Era ormai da troppo tempo che desideravamo visitare la Sardegna e finalmente a Settembre siamo riuscite a concederci un po’ di meritata, meritatissima vacanza. L’atmosfera che ci ha accolte ad Arbatax ci ha subito riempito il cuore di gioia, lasciandoci pregustare le bellezze di un’isola che sicuramente non smetterà di stupirci. Ma veniamo al viaggio. Arriviamo a Civitavecchia con un certo anticipo e Maria aveva tutta l’intenzione di portare con sé un po’ di provviste per il viaggio, come se non ve ne fossero sulla nave. Ma come dice lei “Sempre meglio prevenire”. Così cariche di tranci di pizza e un po’ di frutta fresca ci siamo imbarcate in questa avventura. La nave Tirrenia di Civitavecchia ad Arbatax è salpata alle 19, o giù di lì. Se c’è stato un ritardo nella partenza oppure no, noi non possiamo saperlo, concentrate come eravamo a rimpinzarci dei nostri viveri nelle nostre cuccette. L’idea di prendere una cuccetta per il viaggio si è rivelata provvidenziale: abbiamo dormito comodamente e arrivate ad Arbatax alle 6 del mattino, avevamo tutte le energie per cominciare al meglio la nostra esperienza sarda.